Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei nostri utenti. Se decidi di continuare la navigazione consideriamo che accetti il loro uso.

Importanti obiettivi all'assemlea nazionale della nostra associazione svoltasi il 28 di Agosto 2015 ad Expo

Si è tenuta a Expo, all'Auditorium di Palazzo Italia, l'assemblea nazionale de "La Spesa in Campagna", l'associazione per la vendita diretta promossa dalla Cia.

Il principale tema dibattuto è stato l'importanza di fare "rete" e il valore delle relazioni dirette. Il presidente dell'associazione Matteo Antonelli ha aperto i lavori assembleari mettendo a fuoco gli obiettivi dell'associazione: "Favorire relazioni dirette tra agricoltori e consumatori; far conoscere la storia dei prodotti agricoli di qualità, le persone che li hanno prodotti, i campi e gli allevamenti da cui provengono; far ammirare i territori ed i paesaggi di origine dei prodotti agricoli".

Ma è altrettanto fondamentale, ha sostenuto Antonelli, "fare rete tra imprese: per raggiungere gli obiettivi di un'agricoltura proiettata verso il futuro, non si può prescindere dal lavorare insieme. La figura dell'imprenditore solitario che con la sua impresa si presenta sul mercato, rischia di limitare le potenzialità della sua stessa azione e la buona riuscita del suo progetto. Perché un progetto funzioni, oggi più che mai, serve una combinazione di più conoscenze, esperienze, stili di comunicazione e capitali, non solo finanziari ma anche relazionali e intellettuali. Ecco, aderire a 'La Spesa in Campagna' permetterà alle aziende di far parte di una grande rete nazionale, avere visibilità con un unico marchio, essere inseriti in un unico progetto nazionale capace di far emergere le tante agricolture del nostro paese".

Stiamo lavorando -si è detto nel corso dell'Assemblea-per fornire ai nostri associati gli strumenti più idonei per mettersi assieme: Creare una associazione costituita da un gruppo di aziende di una provincia che possa gestire una bottega che propone ai cittadini un ampio paniere di prodotti di qualità locali: l'esperienza di Siena è stata esposta dal nostro associato Roberto Barbi. Creare una rete di imprese che permetta alla famiglia o al gruppo in visita in azienda di poter trovare i prodotti realizzati dalla stessa azienda e quelli delle aziende limitrofe. Al riguardo molto esauriente si è rilevato l'intervento dell'avvocato Donato Nitti

La novità più importante è l'e-commerce: presentare i propri prodotti e venderli on-line con i nostri visitatori che con un semplice clic si vedono recapitare comodamente a casa il prodotto scelto con la massima trasparenza sulle condizioni di vendita, di spedizione, tempi di consegna e utilizzando i più comuni sistemi di pagamento in rete (carte di credito, carte prepagate, bonifici, ecc.).

Davide Pati di Libera ha ricordato innanzitutto il ruolo di Don Ciotti e dell'associazione, con l'intento di sollecitare la società civile nella lotta alle mafie e promuovere legalità e giustizia. Gestendo ormai strutture produttive e centinaia di ettari di terreno sottratti alle mafie in Sicilia, Puglia, Calabria e Campania, ha quindi presentato l'esperienza sull'e-commerce del portale dei prodotti di Libera Terra ottenuti proprio da questi terreni.

Beatrice Tortora ha invece raccontato il circuito de "La Spesa in Campagna" in Abruzzo, dove -in collaborazione con il Gal "Terre Pescaresi"- sta organizzando dal mese di luglio una serie di eventi per far conoscere lo splendido paesaggio delle colline pescaresi e allo stesso tempo dare l'opportunità ai visitatori di acquistare prodotti agricoli di qualità direttamente dai produttori.

Anche il presidente nazionale della Cia, Dino Scanavino, ha portato il suo saluto all'Assemblea, ribadendo ancora una volta l'importanza degli obiettivi che si è data l'associazione "La Spesa in Campagna" per favorire i processi di filiera corta e trovare efficaci metodi per la vendita diretta dei prodotti degli agricoltori.